Tipologie di procedimento

Autorizzazione paesaggistica con procedura semplificata ai sensi del DPR31/2017

Responsabile di procedimento: Sarno Donato
Responsabile di provvedimento: Sarno Donato
Responsabile sostitutivo: Caiazzo Mariagrazia

Uffici responsabili

Ufficio per il Paesaggio

Descrizione

L’autorizzazione paesaggistica con procedura semplificata va richiesta preventivamente e indipendentemente dal titolo abilitativo per “interventi di lieve entità”  come indicati nell’ALLEGATO B al DPR 31/2017.

In riferimento a quanto disposto dall'art. 11 del D.P.R. 31/2017, al comma 5, 6 e 7 secondo il seguente procedimento:

L’amministrazione procedente richiede all’interessato, ove occorrano, in un’unica volta, entro dieci giorni dal ricevimento dell’istanza, gli ulteriori documenti e chiarimenti strettamente indispensabili, che sono inviati in via telematica entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della richiesta. Il procedimento resta sospeso fino alla scadenza del termine assegnato o alla ricezione della documentazione integrativa richiesta. Decorso inutilmente il termine assegnato, l’istanza è dichiarata improcedibile. Entro il termine tassativo di venti giorni dal ricevimento dell’istanza ovvero, in caso di richiesta di integrazione documentale, dal ricevimento dell’ulteriore documentazione richiesta, l’amministrazione procedente trasmette alla Soprintendenza per via telematica, anche fornendo ove possibile le credenziali per l’accesso telematico agli atti e ai documenti necessari ai fini dell’istruttoria, una motivata proposta di accoglimento, unitamente alla domanda ed alla documentazione in suo possesso. Se anche la valutazione del Soprintendente è positiva, questi, entro il termine tassativo di venti giorni dal ricevimento della proposta, esprime il proprio parere vincolante, per via telematica, all’amministrazione procedente, la quale adotta il provvedimento nei dieci giorni successivi.

In caso di esito negativo della valutazione di cui al comma 3, l’amministrazione procedente, entro dieci giorni dal ricevimento della richiesta, ne dà comunicazione all’interessato, comunicando contestualmente i motivi che ostano all’accoglimento dell’istanza e le modifiche indispensabili affinché sia formulata la proposta di accoglimento. Con la comunicazione è sospeso il termine del procedimento ed è assegnato il termine di quindici giorni all’interessato entro il quale presentare le proprie osservazioni e il progetto adeguato. Ove, esaminate le osservazioni o gli adeguamenti progettuali presentati persistano i motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza, l’amministrazione competente al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica, entro venti giorni, rigetta motivatamente l’istanza, con particolare riguardo alla non accoglibilità delle osservazioni o alla persistente incompatibilità paesaggistica del progetto adeguato e ne dà comunicazione al richiedente.

In caso di valutazione negativa della proposta di accoglimento formulata dall’amministrazione procedente, il Soprintendente comunica per via telematica al richiedente, entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della proposta, i motivi che ostano all’accoglimento dell’istanza e della proposta dell’amministrazione procedente, specificandoli in modo dettagliato, ed indica contestualmente le modifiche indispensabili per la valutazione positiva del progetto, a meno che quest’ultimo risulti incompatibile con i valori paesaggistici che qualificano il contesto di riferimento ovvero contrastanti con le prescrizioni d’uso eventualmente presenti e di ciò venga data idonea ed adeguata motivazione. Con la comunicazione è sospeso il termine del procedimento ed è assegnato al richiedente un termine di quindici giorni entro il quale presentare le proprie osservazioni e il progetto adeguato. Decorso il termine assegnato, la Soprintendenza, ove ne ricorrano i presupposti, entro il termine di venti giorni adotta il provvedimento motivato di diniego fornendo specifica motivazione, con particolare riguardo alla non accoglibilità delle osservazioni o alla persistente incompatibilità del progetto adeguato con la tutela dei beni vincolati e ne dà contestualmente comunicazione all’autorità procedente


Complessivamente il procedimento necessita di 60 giorni.
L’autorizzazione paesaggistica semplificata è immediatamente efficace ed è valida 5 anni.

Chi contattare

Personale da contattare: Pollio Miriam, Parisi Maria Stella

Altre strutture che si occupano del procedimento

Conclusione tramite silenzio assenso: si
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no

Costi per l'utenza

Marca da bollo di 16,00 Euro da apporre sulla domanda.
Inoltre al momento della presentazione della domanda stessa, dovranno essere versati i diritti di istruttoria pari a 300 Euro mediante versamento sul c.c.p. n. 22996805 intestato a Comune di Sorrento - Servizio Tesoreria - 80067 Sorrento (NA) oppure mediante bonifico presso l’Istituto di Credito denominato “CARIPARMA” - filiale di Sorrento.
Cod. IBAN IT95 Y062 3040 2600 0005 6706 141

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: dato non disponile
Facebook Twitter Linkedin